«Confermiamo un aiuto molto importante, da parte del Comune di Ascoli Piceno, nei confronti della nostra cittadinanza: quest’oggi abbiamo infatti approvato in Giunta la riduzione della Tari 2022 in favore delle attività e delle utenze al fine di alleviare le difficoltà economiche generate dal Covid». Così il Sindaco Marco Fioravanti: «Come Amministrazione avevamo già sostenuto la cittadinanza con altre misure di sostegno alla crisi economica: dai buoni spesa agli aiuti per l’acquisto dei farmaci e beni di prima necessità, passando per bonus alle partite Iva, bonus affitti, contributi per il pagamento delle bollette e tante altre misure volte a sostenere famiglie e cittadini di tutte le età. L’obiettivo è sempre stato quello di sostenere tutta la fascia di popolazione che, a causa della pandemia, ha dovuto far fronte a disagi di tipo sociale, economico e finanziario. Ecco perché abbiamo deciso anche quest’anno di ridurre la Tari in favore delle attività e delle utenze domestiche maggiormente colpite dal Covid». Un lavoro portato avanti insieme all’assessore al bilancio, con delega ai tributi, Dario Corradetti: «Questa misura dimostra come l’Amministrazione Comunale stia proseguendo il proprio impegno nel sostenere la comunità ascolana su tutti i fronti. Abbiamo ravvisato come, causa Covid, anche in questo 2022 diverse categorie economiche stanno subendo un impatto finanziario negativo: per questa ragione abbiamo deciso di adottare una nuova e importante misura di sostegno in favore di tali categorie».

Nel dettaglio, questi sono le misure previste:

– Riduzione della TARI 2022 del 50% a favore delle utenze non domestiche interessate dalle restrizioni nell’esercizio delle rispettive attività, a condizione che l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi dell’anno 2021 sia inferiore almeno del 20 per cento rispetto all’ammontare del fatturato e dei corrispettivi dell’anno 2019.
– Riduzione della TARI anno 2022 del 50% a favore degli utenti non domestici interessati dalle restrizioni nell’esercizio dell’attività che hanno iniziato la propria attività nel periodo pandemico (anni 2020-2021 e anno 2022 entro la data ultima di stato emergenziale fissata al 31/3/2022)
– Riduzione della TARI anno 2022 a favore delle utenze domestiche se in possesso di un’ISEE in corso di validità/corrente compreso nelle seguenti fasce:
da 0 a 9.000 euro riduzione 60%;
da 9.001 euro a 13.000 euro riduzione 40%;
da 13.001 euro a 16.000 euro riduzione 20%.

Le riduzioni della TARI varieranno, in aumento o in diminuzione, in relazione al numero delle domande ammissibili ed entro il limite delle risorse finanziarie disponibili pari ad € 859.683,80, distinte, secondo l’importo TARI dovuto per l’anno 2022, in € 444.886,37 per le utenze domestiche e in € 414.797,43 per le utenze non domestiche.

Share This