In una Italia in cui la politica perde tempo a rincorrere faccendieri più o meno onesti, c’è anche chi quotidianamente lavora per il bene comune e per dare risposte e prospettive alle esigenze della propria gente.
Dopo appena 40 giorni trascorsi dall’evento Crea Credi Cambia, grazie alla azienda multinazionale Bosch, in particolare al Direttore Risorse Umane Sud Europa Dott. Roberto Zecchino, abbiamo dato una prima risposta alle speranze dei primi 12 studenti ascolani dell’IPSIA- G. Sacconi  grazie al dinamismo della Prof.ssa Grelli e alla lungimiranza del Prof. Arturo Verna, a cui se ne aggiungeranno altri 38 nei prossimi mesi, che dalla prossima settimana andranno a svolgere una esperienza lavorativa a Milano presso lo stabilimento dell’azienda di Stoccarda.

 

L’obiettivo è offrire ai ragazzi l’opportunità di avvicinarsi al mondo del lavoro e dare un contributo alla riduzione della disoccupazione giovanile (in Italia pari al 40,9% nella fascia 15-24 anni). Tale problema può essere efficacemente contrastato grazie ad una combinazione vincente tra istruzione e formazione pratica, procurando esperienze concrete di lavoro, nell’ambito del progetto di alternanza scuola-lavoro. Devo riconoscere il ruolo politico dell’allora Ministro Moratti che ha introdotto l’alternanza nella scuola e l’ex Ministro Giannini che nella Buona Scuola ha inserito l’obbligatorietà dell’alternanza scuola lavoro.

Di questo abbiamo discusso insieme ad importanti relatori sabato 25 gennaio nell’ambito dell’incontro  “Studiare in azienda, lavorare a scuola” alla presenza fra gli altri dell’Assessore al Lavoro della Regione Lombardia Valentina Aprea e del Dott. Zecchino

La prima risposta è arrivata, e sono certo che i nostri studenti dimostreranno i loro talenti, tenacia, dando lustro alle tante eccellenze presenti nel nostro comprensorio.
Un successo importante, che amo condividere con la mia città, e con quanti ogni giorno non rincorrono questa o quella polemica, ma lavorano testa bassa per migliorarsi, e per chi come noi vede la politica come un dover dare risposte ai problemi delle persone, per chi ha a cuore il nostro territorio, i suoi giovani e il loro futuro.

 

Share This