In ricordo di Matteo e Pierluigi, i due giovani agenti barbaramente uccisi un mese fa a Trieste mentre svolgevano il loro lavoro.

Li abbiamo ricordati nella nostra città, perché con la loro morte è morta una parte della nostra Nazione.

Chi colpisce un uomo o una donna delle Forze dell’Ordine, colpisce lo Stato.
Colpisce il Paese.
Colpisce ciascuno di noi.

Matteo e Pierluigi sono un orgoglio per l’Italia intera, ecco perché abbiamo voluto tributargli il giusto onore.

Rivolgiamo una preghiera a loro e alle loro famiglie. E alziamo lo sguardo al cielo: mi piace pensare che Matteo e Pierluigi, con il loro sorriso, continueranno a proteggerci anche da lassù.

Foto Facebook

Share This