Un angolo cittadino che si colora d’arte sulla spinta di una delle correnti più innovative del panorama internazionale della cosiddetta “street art”. L’opera è frutto del genio creativo di Millo che ha finito di realizzare, proprio in questi giorni ad Ascoli Piceno, un imponente murales sulla facciata di una palazzina in via Galiè (Porta Cappucina). Si tratta di un lavoro di uno straordinario impatto emotivo, non solo perché contribuisce a sensibilizzare la comunità locale sulla lotta al degrado e all’abbandono, ma anche perché alimenta la ricerca innovativa dell’arte in ogni sua espressione. Arte quale sinonimo di vita, bellezza, superamento delle differenze, visione d’insieme, iniezione d’energia. Un’opera che si inquadra a pieno nello spirito di valorizzazione degli spazi urbani grazie al talento e al contributo visivo di abili professionisti in prima linea in questo importante progetto. Di fatto, sono convinto che laddove trionfi l’arte, lì è possibile gettare le basi per una società più matura e consapevole, aperta a grandi cambiamenti culturali e sociali all’insegna del progresso e del cambiamento.

Share This